lunedì 20 luglio 2015

UNO DEI DRAMMI PIU' GRANDI PER NOI DONNE MODERNE!!


La mia eterna lotta con il ferro da stiro!

Mamme e non venite a me! Perché che siate mamme o no questo problema attanaglia dalla notte dei tempi ogni donna in età da marito o convivenza o “casa da sola”. Lo strumento di tortura legalizzato più tremendo che conosco e poi con questo caldo, inutile dirvi che MI SCIOLGO.
Quindi, come ogni volta che un dubbio irrisolvibile si presenta nella mia testolina, sono ricorsa al Gran Consiglio ovvero la mia GANG DEL PARCO.
Imparerete a conoscere presto le mie splendide “Mamme Favolosamente Ordinarie DOC” ovvero quello che prima era semplicemente un gruppo sparso  di mamme al parchetto ma che presto si è rivelato essere un gruppo di amiche e soprattutto di donne piene di risorse, idee e consigli!
Quello che ho appreso per quanto riguarda il problema stirare è che ci sono diverse scuole di pensiero e ora ve le riporto:

C’è la prima opzione più onerosa che prevede  l’acquisto di una asciugatrice, macchina che dicono avere poteri magici ovvero restituisce i capi asciutti, ovviamente, e non stropicciati quindi quasi praticamente pronti per essere piegati e riposti. Interessante idea ma l’ho scartata quando la mia Mamma in questione ha aggiunto che a volte restano dei capi che non vengono bene e avrebbero bisogno di un ritocchino di ferro da stiro e io mi sono vista accumulare giorno dopo giorno i capi “da ritocchino” e avere di punto a capo la pila di cose da stirare!

La seconda opzione prevede lo stendino perfetto. La tecnica è ritirare i panni dalla lavatrice e poi stenderne uno alla volta stirandolo bene bene con le mani e tirarlo bene bene con le mani poi assicurarsi di non utilizzare mollette, che lasciano i segni, e che non vi siano angoli ripiegati. Interessante idea anche questa ma quando la mia Mamma in questione ha aggiunto che per fare questa lunga operazione, stende alle 4.30 del mattino per avere il tempo di fare tutto per ben,e ci ho rinunciato anche perché visto che non ho mai tempo e a volte non ricordo quasi il passaggio che fanno i miei indumenti da lavatrice a stendino (con tutta probabilità ci finiscono volando) ho preferito passare oltre.

La terza opzione (e vi assicuro che Coco Chanel si sta rivoltando nella tomba!!!)prevede l’acquisto quasi esclusivo di indumenti in acrilico, tessuto tecnico o simili che quindi non si stropicciano in lavatrice e che per questo sarebbero più veloci da stendere e ritirare. Inutile dirvi che l’ho scartata!!

La quarta opzione prevede di arrendersi alla dura realtà e trovare delle strategie per sopravvivere nonostante il ferro da stiro e il caldo. Per esempio stirare la sera o di notte, compromettendo però il sonno per la giornata seguente, stirare ogni volta che si ritirano dei panni, così la quantità sarà minore ma….se fate 2, 3  o a volte 4 lavatrici alla settimana come me praticamente stirate sempre, oppure in ultimo stirare con il ventilatore puntato addosso, con il rischio di prendere un colpo alla cervicale, o direttamente nel frigo!!

Ora, alla luce dei consigli delle mie mamme, sono arrivata alla amara conclusione che, come sempre, mi affiderò alla mia fatina dei panni (in realtà, a scanso di equivoci,esiste e ha un nome) la quale vive in un mondo magico e ogni tanto(almeno 2/3 volte al mese)  fa entrare anche me per cui posso usufruire dei suoi incantesimi, per i quali io la mattina accumulo tutti i miei panni da stirare sul divano in salotto, poi esco, e magicamente al mio ritorno li ritrovo TUTTI sul mio letto perfettamente stirati ed inamidati, camice comprese!!!!!!
Non sarà un comportamento da casalinga proprio proprio ideale e perfetta ma infatti tale non sono,  sono solo una Favolosamente Ordinaria Mamma che con qualche piccolo aiutino riesce a far quadrare tutto e tutti come solo noi mamme sappiamo fare!
Aspetto i vostri trucchi e i vostri consigli, non sia mai che mi fate venire voglia di mettermi a stirare!!!!!!!!!!
Baci Laura



2 commenti:

  1. aaahhh.....tocchi un tasto dolente! sono appena rientrata da 2 settimane di vacanze al mare, in campeggio, in boungalow!!!!! mare=umidità=capi che puzzano.
    per prima cosa ho "eliminato" i capi ingombranti, quindi, teli mare, teli spiaggia, accappatoio, asciugamani, asciugapiatti e lenzuola, li ho lavati nelle lavanderie a gettoni! in un'ora era tutto bello lavato, asciutto, profumato, piegato e riposto nei sacchi sottovuoto (che ritengo pratici), appena arrivata a casa sono stati scaraventati nel contenitore "vacanze" pronti per il prossimo viaggio.
    I capi miei e del marito sono già stati lavati, stesi meglio che potevo (ma non ho ancora imparato bene) e.....armata di pazienza e di ventilatore mi toccano.................quindi siamo in due!
    i capi della pupa...ehm...la mamma si è offerta volontaria e, si sa, alle mamme non si può dire di no!
    consigli: io cerco, quando è possibile, soprattutto in estate, di ritirare i panni non completamente asciutti, restano troppi secchi e si fatica a stirarli, alcune magliette, quelle più antipatiche da stirare, le appendo alle grucce, le gonne, i bermuda (se ho abbastanza grucce a disposizione) anche....forza ragazze....ce la possiamo fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Sara! Ti stimo per la buona volontà! !!

      Elimina